Il Sé multidimensionale


<<Questa è la versione integrale dell’intervista fatta nel 2006 e pubblicata sul n.54 di Psicodinamica, periodico del centro ISPA di Milano

Caro Pietro parliamo dell’Ascensione: potresti definire questo
passaggio così importante per la Terra e per l’Umanità?

Non penso sia possibile spiegare razionalmente questi concetti, anzi secondo me proprio non si può fare. Più m’inoltro in questo terreno, più certezze cadono, più percepisco la limitazione della mente. Non siamo pronti a spiegare tutto questo a livello scientifico ma neanche a livello filosofico. A mio parere possiamo soltanto tentare di dare delle interpretazioni, facendo riferimento ad un modello concettuale che spieghi un certo fenomeno, pur sapendo che essendo tale ha una serie di limiti. Il primo fra tutti è che esso ci da una rappresentazione parziale e distorta della Realtà, una Realtà così complessa che non potrà mai essere spiegata dalla nostra limitata mente. La teoria della reincarnazione, ad esempio, non dovrebbe essere vista come una verità assoluta, ma come un modello concettuale, un modello che già ormai da diverso tempo è stato soppiantato dal concetto di <<Sé multidimensionale>>. Questo avviene perché il modello che si usa per spiegare un fenomeno dipende dalla capacità stessa dell’individuo di comprenderlo, e mano mano che essa evolve i modelli cambiano. Se nelle sedute medianiche del diciannovesimo secolo si fosse parlato di multidimensionalità anziché di reincarnazione, nessuno l’avrebbe compresa, oggi se né può parlare perché l’uomo ha le basi intellettuali per comprenderla, ma essendo anch’esso un modello è comunque destinato nel tempo a diventare obsoleto. Pertanto dati i forti limiti che hanno i modelli per spiegare un fenomeno come quello dell’ascensione, anziché far ricorso a complicate teorie non dimostrabili preferisco far ricorso a sintesi e semplicità dicendo che per me essere in Ascensione significa aver scelto di elevare gradualmente nel tempo il proprio livello vibrazionale, il che implica una crescita armonica della propria coscienza, una visione spirituale ed etica della vita ed un profondo rispetto per l’altro e quando tutta l’umanità avrà fatto questa scelta il mondo cambierà e la Terra diventerà un Paradiso, tutto qui.

Da cosa si può essere frenati quando si è scelti di percorrere
il cammino spirituale?

Ci sono alcune incoerenze che vedo intorno a me: ci sono ad esempio quelli che vedono ovunque complotti e nemici, ma chi si trova in un cammino spirituale dovrebbe sapere che esse sono una proiezione di quel nemico che è dentro di noi. Tutti noi che siamo in questo percorso lo sappiamo, parliamo di proiezione, di specchi, ma poi nella realtà dei fatti per alcuni le cose vanno in modo diverso e allora prolificano siti che parlano di forze
oscure, di apocalissi, complotti contro gli umani e d’incarnazioni del male. Ed inoltre oltre all’ombra che proiettiamo fuori, dentro di noi c’è anche una “luce artefatta” che dobbiamo monitorare, mi riferisco al cosiddetto “ego spirituale”, cioè quella nostra personalità che si maschera sotto le sembianze di spiritualità e ci fa sentire onnipotenti, e ci fa riempire la bocca di tante belle parole d’amore universale ma se poi provi a contraddirlo sono guai.

Come non lasciarsi prendere dall’ego spirituale?

I messaggi “celesti” ci dicono di Vedere l’altro come una parte di te, non un fratello, perché tra fratelli ci si azzuffa, ma come un figlio, cogliendo in lui la sua parte bambina. Questo ci permette di rimanere ancorati alle emozioni ma di trasformarle, di non vivere come robot programmati per un’Ascensione senza cuore. Quando siamo di fronte a qualcuno che ci fa arrabbiare abbiamo 3 scelte: possiamo arrabbiarci più di lui, o distaccarci ma chiudendo il cuore, oppure vedere il bambino che è in lui e amarlo>>… (segue)

Fonte:
Intervista a Pietro Abbondanza, l’ ideatore della Stazione Celeste di Susanna Garavaglia

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il Sé multidimensionale

  1. Carmen ha detto:

    Passi importanti… in fondo la multidimensionalità… è proprio questa no?Essere per essere e diventare!Un salutino e un bacio…..Buon Weekend tesoro!Per te: http://i29.tinypic.com/4l52d4.jpg

  2. Carmen ha detto:

    Per te il mio saluto e il mi augurio per un splendido fine settimana!Ti lascio un post stavolta… un inno all’amore…. per accompagnare un’immagine che dedico ai miei amici con il cuore!http://carmenbasile.spaces.live.com/blog/cns!6036DA70A174F8F3!23674.entry

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...