LA PAROLA

In vece del Verbo

sono tanti coloro che aprono la loro bocca

affermando che dobbiamo credere:

convinti, tutti quanti, d’interpretare il volere

di Chi, sicuramente, invece apprezza chi sa scegliere

 

Costoro non si rendono però conto

di descrivere, banalmente,

solo il semplice sapere acquisito esteriormente

e custodito dalla loro mente

 

Essi esprimono, inconsapevolmente,

concetti che per “paura del divino”

da millenni nessuno tocca

affermando, pretenziosamente,

che esclusivamente in essi

è possibile ascoltar la Sua Parola

 

Quanta responsabilità

in colui che la pronuncia

se del buio ancor

non ha fatto espressa rinuncia

 

Credendo, incoscientemente

e con supposta innocenza,

di far valere la giusta sapienza

manifestando invece solamente

la propria, indiscutibile, arroganza

 

Le parole dovrebbero,

come è sempre stato,

– con immenso Amore –

narrare le gesta di chi

Tutto ha manifestato

 

colui che l’uomo ha chiamato Dio,

indiscusso Padre del Creato

 

Così, abbandonato il proprio io,

lo si potrà raggiungere

all’interno del cuore

dopo che si sarà trasceso

il proprio dolore

 

Brano associato:

LODE ALL’INVIOLATO

(Franco Battiato)

 

L’INDECISIONE

…<<Un uomo nasce solo quando diventa capace di decidere. Coloro che vivono nell’indecisione non sono ancora nati. E sono milioni coloro che vivono nell’indecisione: si appoggiano sempre agli altri, che devono decidere per loro. Ne consegue che la gente dipende dalle autorità>> …

 

LA COMPRENSIONE

…<<La comprensione accade mediante l’orecchio e la chiarezza accade mediante l’occhio. La chiarezza è maschile e la comprensione è femminile. Ecco perché io dico sempre che per una donna è più facile diventare un discepolo. Per una donna è più facile arrendersi, è più facile comprendere; molto più che per un uomo. L’uomo chiede una chiarezza logica, chiede di essere convinto logicamente. La donna chiede qualcos’altro: una convinzione ritmica. La donna ascolta intuitivamente, sente la vibrazione della persona che sta parlando. Non sembra molto interessata a ciò che la persona dice, è piuttosto interessata a colui che sta parlando, al modo in cui dice le cose, da dove scaturisce ciò che dice. Va più in profondità ed afferra lo spirito stesso delle cose. L’interesse dell’uomo si ferma alla lettera delle cose. Ed a causa della stampa e del fatto che le sacre scritture sono alla portata di tutti, sotto forma di libri, è accaduto un grande cambiamento. In principio, tutti gli insegnamenti erano forniti solo dalla bocca del Maestro. Erano sempre trasmessi oralmente, quindi il centro che li riceveva era l’orecchio. Ora ci sono i libri. Quando i Maestri parlavano i discepoli recepivano attraverso le orecchie. Accadeva in loro una grande comprensione che li trasformava. Ma i discepoli funzionavano al femminile. Ora voi leggete le scritture. Leggere significa recepire attraverso gli occhi e gli occhi si preoccupano di comprendere: gli occhi vogliono la chiarezza della logica. È un approccio totalmente diverso. Per secoli, tutte le religioni del mondo hanno insistito affinché le loro sacre scritture non fossero scritte. Avevano un motivo: una volta scritte la loro qualità cambia. Una volta scritte, gli occhi diventano importanti e le orecchie perdono qualsiasi importanza. Ascoltare è una cosa, leggere le mie parole è tutta un’altra cosa. Colui che legge funziona come una mente maschile. Colui che ascolta funziona come una mente femminile>>…

 Fonte: Osho – “I libri del fiore d’oro © 2000 by News Services Corporation, Arona (NO). © 2007 RCS Libri S.p.A., Milano. Prima edizione Firme Oro Bompiani: novembre 2007 (ISBN 978-88-486-0341-6, pag. 389 e 403). © 1979 Osho International Foundation, CH8001, Zurigo, Svizzera.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a LA PAROLA

  1. Pingback: VIAGGIARE | La Nuova Era

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...