SGUARDO

IO Sono“,

tra tanta gente,

uno che ha scelto di procedere, lenta-mente,

oltre i confini della propria mente,

volgendo, semplice-mente, lo sguardo all’interno 

(ove non c’è distinzione, evidente,

tra immanente e trascendente, 

paradiso ed inferno …)

mentre, all’esterno,

osservo senza giudicare …

ed ascolto senza dissentire …

In quanto, sincera-mente,

non s’interessa più discutere, animata-mente,

per affermare la mia ragione,

né, tantomeno, spiegare, precisa-mente,

ciò che chiunque, riguardo alla religione,

può accertare personalmente …

… dopo, ovvia-mente, 

aver acquisito il necessario discernimento 

che consente di distinguere l’innata sapienza 

dalla comune conoscenza …

Cosa che a ME è accaduta nel preciso istante 

in cui ho incontrato la mia meravigliosa Essenza …

potendo, finalmente, 

iniziare a vivere, beata-mente, il presente …

… “Bisogna spostare lo sguardo dall’esterno all’interno, poiché dentro di noi vi sono le soluzioni (ai problemi creati dalla mente) che il nostro io, a causa dell’orgoglio, non vede e cancella. Consiglio, a tal proposito, la lettura di un bellissimo libro di Caprioglio: “La via dell’Anima”, che è un prezioso navigatore” … per chi, dopo l’orientamento, ha smarrito pure lo stupore e perciò non sa più cos’è l’Amore.” … (Con frasi tratte dal libro: “La saggezza dell’Anima”, di Raffaele Morelli)