GESÙ?

 

Credo …

che ormai molti abbiano capito

chi è veramente Gesù

e, forse, tra quelle persone,

adesso, ci sei pure TU …

 

Lui è uno degli uomini che

avendo sperimentato, personalmente,

 il sacrificio dell’ego

(la morte sulla croce),

ed avendo provato, conseguentemente,

una meravigliosa e sconosciuta emozione

che gli ha aperto la mente …

(abreazione),

è tornato … a vivere … nuova-mente …

(resurrezione)

nella piena coscienza di Sé …

(autocoscienza)

 

Non lo ritieni possibile?

Non fa niente,

tanto, prima o poi,

accadrà pure a TE

d’approdare al trascendente …

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

21 risposte a GESÙ?

  1. Pingback: ESTASI DIVINA | Emozioni, l'espressione fisica dell'amore

  2. Pingback: SACRO VOLTO | Ricercatore del Vero

  3. Pingback: IL POTERE | La Nuova Era

  4. Pingback: DEVOZIONE | La Nuova Era

  5. iosonoiltuose ha detto:

    Cara Anima in cammino
    ora ti parlo del “vero” Gesù bambino …

    NAZARET e GESU’
    … “Il modo in cui Nazaret venne alla luce è intimamente correlato al processo attraverso il quale Gesù ottenne la sua biografia (cfr. “Come Gesù ottenne una vita”, dello stesso autore – NdT), e pertanto dobbiamo fare una piccola digressione, passando dalla pseudogeografia alla pseudobiografia.
    Prima che a Gesù si potesse assegnare una biografia, era necessario che ricevesse un nome. In effetti, egli ricevette diversi nomi, ma tutti i suoi nomi in raltà erano titoli. Il nome Gesù di Nazaret in origine non era affatto un nome, ma piuttosto un titolo che voleva dire (il) Salvatore, (il) Virgulto. In ebraico questa espressione si traduce Yeshua Netser. La parola Yeshua significa “Salvatore”, e Netser significa “germoglio”, “giovane rametto”, “virgulto” – un riferimento a Isaia 11, 1, che si pensava predicesse l’avvento di un messia (letteralmente, “l’unto”) della stirpe di Iesse (il padre di Re David): “Ma un rampollo uscirà dal tronco di Iesse, ed un virgulto spunterà dalle sue radici…” Tutti voi avrete sentito parlare dei Branch Davidians, ovvero dei Davidiani del Virgulto! Essi prendono il loro nome dalla stessa idea.
    Mentre questo riferimento ad un virgulto della stirpe di Iesse potrà sembrare oscuro ai moderni Atei, non sarebbe certamente stato oscuro per gli antichi Ebrei, come quelli che composero i Rotoli del Mar Morto (e scrissero un commento su Isaia 11, 1); né sarebbe stato oscuro ai primi Cristiani. Secondo il padre della Chiesa Epifanio, nato Cipro nel 367 EC, che scrisse un trattato contro gli “eretici”, i Cristiani erano in origine chiamati Iesseani, proprio per il legame messianico con Iesse 4 . Anche se per persone che parlavano l’Ebraico ed il suo stretto cugino Aramaico il significato e l’importanza profetica del titolo Il Salvatore, Il Virgulto sarebbero stati chiari, dopo che il titolo fu tradotto a forza in Greco come Iosous Nazoraios o Iesous Nazarenos, il suo significato di titolo deve essere stato presto dimenticato. La prima parte, “Iesous”, divenne un semplice nome (Iesus in Latino), un po’ come Giorgio, Aldo, o Carlo. La seconda parte, “Nazoraios”, fu invece male interpretata come derivante dal nome di un posto, l’immaginario villaggio di Nazaret, così come la parola Bergamasco può derivare da Bergamo. (Si noti che i Greci indicavano normalmente le persone con nome e luogo di provenienza – es. Pitagora di Samo, Talete di Mileto etc.: questo potrebbe spiegare la deformazione compiuta in greco del significato originale del titolo – NdT)
    E così, Yeshua Netser divenne Gesù di Nazaret, un nome che si pensava contenesse informazioni sul luogo d’origine di una persona.
    Come abbiamo già visto, a cavallo del cambio di era non c’era nessun posto chiamato Nazaret, e non sappiamo quando il luogo oggi noto con quel nome abbia cominciato ad essere identificato in questo modo. Per quanto posso immaginare, il posto oggi chiamato Nazaret ricevette il suo nome da un Iesseano di fervida immaginazione tra la fine del secondo secolo e l’inizio del terzo. Ai tempi di Augusto, comunque, Nazaret era altrettanto mitica della famiglia Maria – Giuseppe – Gesù che si supponeva ci avesse vissuto.
    E così, Gesù non ha mai camminato a Nazaret, così come non ha mai camminato a Hoboken o Hamtramck. E probabilmente non ha mai camminato nella 42° strada a Manhattan. Ma cosa si può dire di Cafarnao, Betania, o Betfage? E non fu forse tradito nel Getsemani e crocifisso sul Calvario? E non aveva forse una ragazza che veniva da Magdala, e non era in competizione con un tipo che battezzava la gente in un posto chiamato Ennon? Se non ha camminato a Nazaret, dove mai ha camminato Gesù, se pure ha camminato in qualche luogo?” …

    DOVE HA CAMMINATO GESU’?
    Ora lo sai pure TU …

    … “E così, arriviamo alla fine della nostra esplorazione della Oziana terra dei Vangeli, ed il nostro giro dei posti dove Gesù non ha mai camminato, peccato che non abbiamo avuto tempo di mostrare la natura mitica di altri luoghi biblici cruciali come il Getsemani [non-mappa]ed il Golgota, o Calvario. Come il Mago di Oz, Gesù di Nazaret non ha una casa reale. Ma mentre si può dimostrare che il Mago non è esistito in una sola città, la Città di Smeraldo, si può mostrare che Gesù non è esistito in un buon numero di non-posti. Benché, nell’ambito di studi storici su Gesù, si possa trascurare, in quanto insignificante, la dimostrazione che una singola località evangelica sia fittizia, la dimostrazione che almeno una dozzina di località sono mitiche non può essere ignorata, ed ha delle implicazioni enormemente importanti. D’ora in poi, quando si penserà al presunto Gesù storico, si dovrà pensare al Gesù di Non-Nazaret, Gesù di Non-Cafarnao, Gesù del Non-Getsemani, e, ultimo ma non ultimo, Gesù del Non-Calvario.
    Il Gesù storico dovrà essere ribattezzato (sì, il gioco di parole è voluto …).
    D’ora in avanti, dovrebbe essere chiamato “il Gesù di Non”.
    Non approfondiremo le possibilità residue che Gesù abbia camminato in Sri Lanka o in Tibet.” …
    http://digilander.libero.it/ingeberg/Trans/maicammin.html

  6. cometeduale ha detto:

    I MERCANTI DEL TEMPIO

    … “Sulla persona di Yeshua ben Joseph nascono leggende, storie e lo si fa diventare, da parte di chi ha interesse, un riferimento, ma attenzione, non in senso divinatorio o di fede, ma per costruirci sopra un “potere”….
    https://amicidimauro.wordpress.com/?s=potere

    Subito dopo la sua morte nacque un mito, quello dell’uomo giusto perché povero, perché del popolo, perché umile, perché contro le ingiustizie, perché combatteva le prevaricazioni, perché disprezzava le ricchezze ed apprezzava chi viveva senza pretese solo del proprio lavoro, perché appunto Esseno. Infatti, le repressioni verso i primi cristiani furono cruente e venivano considerati come banditi e sovversivi. Poi osservando che l’opinione pubblica sia romana sia mediorientale faceva di Gesù un punto di riferimento, per l’uomo onesto ed il buon padre di famiglia, un qualcuno pensò che sarebbe stato meglio “adeguarsi” creando un “potere” che avrebbe contato più proseliti di qualsiasi esercito o nazione …
    Probabilmente questo qualcuno fu Alessandro di Caput Tauri, eletto papa nel 105 d.C. in base ad una scelta fatta dai Vescovi e dal clero, quindi in un modo diverso dalle precedenti nomine, che avvenivano secondo un sistema che si tramandava da maestro a discepolo. Per questo fu malvisto dalla base che voleva un papa non nominato da alcun potere, poiché proprio il potere “sinedrio” aveva condannato Gesù e l’altro potere, Ponzio Pilato, l’aveva assassinato. Infatti, nel seicento viene scoperto un manoscritto, ritenuto apocrifo, in cui si cita Alesando I impegnato in scontri con gli eretici gnostici. Il seguito è conosciuto da tutti, basti pensare alla falsa donazione di Costantino ed al lusso in cui hanno vissuto e vivono gli alti prelati ed alle ricchezze che sono state costituite sul nome di Cristo. Possono questi rappresentare colui che scacciò i mercanti dal Tempio?” …
    (Fonte: http://www.altrogiornale.org/maria-di-magdala-il-segreto-templare/)

    Ora anche TU, probabilmente, che hai studiato, come tanti …
    comprenderai la metafora della cacciata dei mercanti …
    https://amicidimauro.wordpress.com/vatican-x/
    ed allora, abbandonato definitiva-mente il passato …
    https://astronascenteblog.wordpress.com/2016/11/29/un-tempo/
    potrai finalmente andare avanti …
    http://lungolavia.iobloggo.com/858/vai

  7. L'amico Mauro ha detto:

    TU lo sai cosa m’ha suggerito la coscienza …
    recatasi per un solo istante al di là del bene e del male,
    anche loro saranno perdonati … in previsione dell’imminente …
    https://astronascenteblog.wordpress.com/2017/01/25/giudizio-universale/
    dopo, però, che avranno fatto …
    https://dany90dinozzo.wordpress.com/2017/01/26/penitenza/

    😀

    • iosonoiltuose ha detto:

      Dimmi, dunque, “TU” …
      credi davvero a Gesù?

      … “Aggiungi a quella totale assenza di evidenza di un ipotetico Gesù storico anche la pura e semplice possibilità che il Gesù venerato da Paolo e dagli apostoli prima di lui fosse solo un arcangelo invisibile esperito unicamente mediante visioni e rivelazioni (e mai ritenuto esser vissuto sulla Terra nel recente passato), e allora avrai quantomeno seri motivi per dubitare della storicità di Gesù. A quel punto non avrebbe più reale senso per un ateo distinguere tra Gesù e Cristo (come ancora il neoateo Philip Pulman si ostinava a fare), perchè viene a cadere la stessa dicotomia tra il “Gesù della Storia” e il “Cristo della Fede” (una dicotomia sconosciuta a dire il vero ai primi cristiani), il primo svanendo totalmente nel secondo e riflettendone per conseguenza la medesima inconsistenza ontologica. Che piaccia o no, il miticismo sta penetrando gradualmente nel discorso dell’uomo comune, e non solo grazie a riviste liquidabili forse troppo frettolosamente come “radical-chic”, ma anche in termini di pura statistica: secondo un recente sondaggio, il 40% degli inglesi ritiene che Gesù non sia una figura storica, e così pure lo pensa il 13% degli australiani.” …

      (Fonte: http://mitodicristo.blogspot.it/2016/07/del-perche-la-critica-di-piergiorgio.html)

      • Daniele ha detto:

        “Non è più un vero storico l’accademico di turno che afferma che l’esistenza di Gesù è “certa” e “indubitabile”. In realtà è l’esatto contrario di uno storico: è un teologo animato da vetusti interessi teologici, destinato semplicemente a scomparire con essi (e per suo stesso desiderio).” (Dalla stessa fonte)
        🙂

  8. Pingback: LO SCHERZO DELLA FEDE | Mondi alternativi

  9. Pingback: RIBELLE | La Nuova Era

  10. cometeduale ha detto:

    Per chi preferisse continuare a credere … ho trovato …
    un’esaustiva spiegazione, documentata da chi ha a cuore la religione, sul luogo ove Egli sarebbe nato …
    https://gesuuomo.blogspot.it/2016/12/dove-nato-gesu.html

    Però, dopo che avrete letto,
    consentitevi una semplice riflessione:

    “Se la grotta fosse il cielo notturno …
    (la capanna senza luce o umile abitazione a due piani,
    come la descrive la religione,
    questi potrebbero anche rappresentare “due cieli”:
    quello più alto …
    – il luogo da dove tutto è stato originato …
    la Luce primordiale=Dio;
    – e quello più basso, dove sono gli animali,
    osservabile con l’oscurità …
    (le costellazioni cui sono stati dati nomi di animali)) …
    tutto assumerebbe un altro significato,
    addirittura scontato …
    che cambierebbe la verità …

    Lo so, è difficile lasciar andare il passato …
    ma IO conosco chi ci ha provato …
    https://astronascenteblog.wordpress.com/2017/10/30/lei/

  11. Pingback: «IO» NELLA BIBBIA | La Nuova Era

  12. Pingback: CHI CERCATE? | Ricercatore del Vero

  13. L'amico Mauro ha detto:

    Sai cosa ho scoperto leggendo
    ciò che scrive altra gente?
    Non sei solo TU
    a dire che non è mai esistito, vera-mente, Gesù ..
    lo so, non ci crederai …
    ma pare lo affermassero, in passato,
    anche gli uomini che hanno inventato la religione …
    in particolare un certo Marcione …
    http://mitodicristo.blogspot.it/2015/03/se-marcione-invento-due-gesu.html
    le cui “antitesi”, fatte sparire …
    http://apocalisselaica.net/antitesi-lopera-perduta-di-marcione-266/
    ora, magica-mente, stanno per ricomparire …
    http://www.aldomariavalli.it/2017/12/27/come-la-chiesa-fini/
    😀

    • iosonoiltuose ha detto:

      Se lo dice lui … nessuno, probabilmente,
      vorrà metterlo in discussione…

      Caro lettore, per evitare che tu possa cadere …
      http://www.ilgiornale.it/news/cronache/cos-chiesa-fin-ecco-conseguenze-bergoglio-1471808.html
      preda della confusione …
      https://amicidimauro.wordpress.com/2017/02/19/bersaglio/#comment-12608

      “Mi accingo a raccontarti come fu
      che la Chiesa decise di riabilitare Marcione.

      Egli fu un protagonista del pensiero cristiano del II secolo dopo Cristo. Credo che per te si tratti di vicende davvero remotissime, per cui mi permetto una breve illustrazione riepilogativa. Originario di Sinope, sul Mar Nero, e vissuto a Roma, dove morì attorno all’anno 160, Marcione fu vescovo e teologo, fondatore di una sua Chiesa nata da un’eresia. Egli infatti sosteneva che, vista la radicale diversità tra Antico Testamento e Nuovo Testamento, fra i due testi ci fosse un’insanabile contraddizione: il Dio dell’Antico Testamento non poteva essere lo stesso del Nuovo, il padre di Gesù. Colpito dalla straordinaria novità di Cristo, Marcione vide nell’Antico Testamento non la premessa dell’avvento di Gesù, ma un passato totalmente da superare. Non a caso scrisse un’opera intitolata Antitesi, che pare si aprisse con esclamazioni di gioia e di stupore per il Nuovo Testamento, che a suo giudizio non si poteva paragonare a nulla. Chi ha studiato Marcione afferma che nella sua opera la parola più ricorrente fosse “nuovo”. La novità del Vangelo di Gesù gli apparve come qualcosa di sconvolgente e di talmente grande da giustificare una netta cesura con il passato: Cristo come il Dio nuovo, l’uomo nuovo, il portatore di un regno nuovo, di nuova dottrina, di nuove virtù. Da parte sua dunque ci fu un rifiuto dell’idea di continuità e di compimento. Non è vero, sostenne, che il piano salvifico è unico e che Gesù lo ha realizzato a partire da tutto ciò che la Bibbia narra fin dall’inizio dei tempi.” …
      (http://www.aldomariavalli.it/2017/12/27/come-la-chiesa-fini/)

  14. gilgameshdisumer ha detto:

    Forse lo sai anche TU …
    ma Ti voglio comunque dire che gira una voce
    secondo cui sarebbero esistiti …
    https://gilgameshdisumer.wordpress.com/2018/03/19/tanti-gesu/
    tutti morti su una grande croce …
    https://amicidimauro.wordpress.com/2018/03/18/la-grande-croce-del-cielo/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...